CANTALUPO

LA STORIA

La storia di Cantalupo inizia, per lo meno, due secoli fa ed è intimamente legata a Ghemme ed ai vigneti della famiglia Arlunno, la cui presenza nel comune novarese è documentata fin dall’inizio del ‘500. Gli antichi poderi vengono tramandati da una generazione all’altra insieme al rispetto per la terra ed al forte sodalizio con il vino.

Nel 1969 con il decreto di riconoscimento della Doc Ghemme inizia la svolta. Carlo Arlunno applica la sua mentalità imprenditoriale alle proprietà e in un un arco di tempo che va dal 1969 al 1984 amplia l’estensione vitata, reimpianta i vecchi vigneti e costruisce una nuova cantina.

Il 3 maggio 1977 nasce Antichi Vigneti di Cantalupo.

Nel 1983 Alberto Arlunno, da poco laureato in agraria e specializzato in viticoltura ed enologia, prende in mano le redini della giovanissima azienda. In quello stesso anno vengono messe in commercio le prime bottiglie, il Ghemme 1974; l’anno successivo tocca al Collis Breclemae 1979.

Da allora Alberto, credendo fermamente nella vocazione viticola del territorio, continua ad investire risorse nei vigneti, nelle strutture ed attrezzature di cantina e lancia Cantalupo nel panorama internazionale.